Cos'è lo User Centered Design? Le attività di ricerca per l'universo dei navigatori (IV)

06/02/2018

 

di Stefano Dominici

Quarto appuntamento con il corso dedicato allo User Centered Design: parliamo delle attività di ricerca da svolgere per l'universo dei navigatori.

L’universo dei navigatori è l’intera platea delle persone che utilizzano internet.

Obiettivi:
- definire sia i visitatori di riferimento e le loro motivazioni sia le condizioni d’uso 

Attività: 
- analisi delle ricerche demoscopiche 
- ricerche etnografiche
- diari
- interviste 
- focus group 
- questionari


Le attività in dettaglio


Analisi delle ricerche demoscopiche 
Cosa è: consiste nell’analizzare le ricerche che gli istituti di statistica, o gli uffici studi delle federazioni di categoria e dei consumatori, pubblicano frequentemente sull’uso di internet da parte delle persone per ottenere dati socio-demografici e sulle modalità di fruizione. 
Quando farla: all’inizio della fase di ricerca. Consultare e analizzare con regolarità le ricerche aggiornate.


Ricerche etnografiche 
Cosa sono: consistono nell’osservare le persone sul loro luogo di lavoro, o nelle loro case, con l'obiettivo di esaminare nei dettagli le esperienze, le situazioni, l'ambiente, le attività, le relazioni, le interazioni e i processi da loro svolti nella vita di ogni giorno, per arrivare ad avere una completa comprensione delle loro necessità e dei loro obiettivi.
Quando farli: all’inizio della fase di ricerca. 
Punti critici: al fine di ottenere risultati di qualità devono essere condotte da un esperto.

Diari
Cosa sono: i diari sono una tecnica di ricerca che permette di registrare lo svolgimento di specifiche attività, senza la presenza del ricercatore. Questa tecnica è molto utile quando le attività da svolgere si protraggono nel tempo, una o più settimane, o sono svolte in ambienti difficilmente accessibili. Le annotazioni possono essere su carta, audio, su blog e via twitter. 
Quando farlo: all’inizio della fase di ricerca.

Interviste 
Cosa sono: consistono nell’intervistare su argomenti specifici campioni rappresentativi dei visitatori del sito web esistente. Il vantaggio risiede nel poter avere un raccont dettagliato delle modalità di utilizzo senza possibilità di fraintendimenti. I risultati non sono statistici ma possono essere molto utili per fornire indicazioni sui modelli di comportamento. Sono generalmente usati per approfondire la conoscenza di ambiti specialistici o per ottenere informazioni sui requisiti richiesti per migliorare il sito web. 
Quando farli: all’inizio della fase di ricerca e nella fase di ottimizzazione. 
Punti critici: al fine di ottenere risultati di qualità le interviste devono essere condotte da un esperto.

Focus group 
Cosa sono: i focus group sono una forma di ricerca qualitativa in cui un gruppo di persone è interpellato riguardo al suo atteggiamento nei confronti di un determinato argomento. Le domande sono fatte in un gruppo interattivo nel quale i partecipanti sono liberi di comunicare con gli altri membri del gruppo. I focus group possono essere uno strumento per l'acquisizione di feedback riguardo a un nuovo sito web. In particolare, permettono alle aziende che desiderano sviluppare un nuovo sito web, di discuterne e esaminarlo prima che sia messo a disposizione del pubblico. Ciò può fornire informazioni importanti sul gradimento del sito web da parte dei suoi potenziali visitatori.
Quando farli: all’inizio della fase di ricerca.
Punti critici: al fine di ottenere risultati di qualità sono necessari un moderatore e un’analista esperto. 

Questionari
Cosa sono: sono un metodo per ottenere indicazioni da parte dei visitatori del sito web, ai quali viene chiesto di rispondere ad una serie di domande predefinite. Sono utili per fornire dati statistici. Vengono usati quando è possibile entrare in contatto con le persone solo a distanza e quando si vuole avere un feedback da un grande numero di persone. I questionari possono essere somministrati sia via telefono sia in forma elettronica. 
Quando farli: all’inizio della fase di ricerca e nella fase di ottimizzazione.
Punti critici: i questionari forniscono risultati statistici e per questa ragione le domande devono essere formulate in modo corretto e non devono suggerire le risposte.

Hai perso i primi tre appuntamenti? Li trovi qui:
E se vuoi approfondire, ci sono due corsi dedicati alla UX research: Experience Design in Pratica pensato per chi vuole conoscere tutto dello UXD, dalla A alla Z e Interviste narrative: progettarle e condurle, per imparare a mettere a fuoco i comportamenti e i bisogni delle persone che interpelliamo. 

Calendario dei corsi

Aprile

MILANO | Lunedì 29

Scrivere per la UX
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

Maggio

MILANO | Lunedì 06

Interviste narrative: progettarle e condurle
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerdì 10

L'architettura dell'informazione partecipativa...
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Lunedì 13

Progettare la UX con personas e scenari
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerdì 17

Customer Journey Map
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Lunedì 20

Customer Journey Map
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerdì 24

Design Systems

MILANO | Lunedì 27

L'infografica dalla A allo ZERO

Giugno

MILANO | Lunedì 03

Le fondamenta cognitive della User Experience...

ROMA | Venerdì 07

Interaction design strategico

MILANO | Lunedì 10

Test di usabilità in pratica
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Lunedì 10

Scrivere per la UX
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Lunedì 17

Progettare i chatbot

MILANO | Lunedì 24

Intranet management in pratica

Seguici su