Scrivere meglio i task qualitativi di usabilità: 10 errori da evitare (1/2)

27/04/2017

 

(Post pubblicato il 9 aprile 2017 da Amy Schade del NNg Nielsen/Norman Group)
 

Gli studi qualitativi di usabilità dipendono solitamente da alcuni elementi chiave: un design da testare, un partecipante per farlo e (spesso) un moderatore per svolgere la sessione.

L’altro elemento essenziale è il task da svolgere.

Un task deve riflettere con accuratezza e adeguatezza gli obiettivi del ricercatore, e fornire istruzioni chiare su quello che i partecipanti devono fare. 

Buoni task sono fondamentali affinché uno studio di usabilità abbia risultati accurati e utilizzabili.

Scrivere per un test di usabilità non è un task semplice. Tutti i ricercatori più esperti ti confermeranno che il modo in cui è scritto un task determina il successo dello studio.

Se dai ai partecipanti di uno studio cattive istruzioni, puoi confonderli e cambiare radicalmente il risultato dello studio. Nel migliore dei casi, non scoprirai molto, e lo studio non rifletterà l’utilizzo reale. Nel peggiore invece le tue “scoperte” saranno travisate e genereranno un pessimo prodotto. 

Dopo aver scritto i tuoi task, fai un’altro passo e cerca gli errori più comuni che possono impattare sul valore o la profondità dei risultati, o il benessere dei partecipanti. 

1. Dire alle persone dove andare

Nel tuo task compaiono parole dell’interfaccia? Se sì, stai tastando la capacità di comprensione e la capacità dei tuoi partecipanti di trovare parole corrispondenti, più che etichette e navigazione. Riscrivi il task per rimuovere tutte le parole che compaiono nell’interfaccia, e datti la giusta opportunità di verificare se le persone riescano a trovare una loro “strada” nel sito.

Obiettivo del task: Usare lo strumento di ricerca del luogo (“Trova la filiale”)

Principale task per l’utente: Trova una filiale vicino a te e vedi se è aperta domani.

Miglioria: Qual è la filiale aperta domani più comoda per te?

2. Dire alle persone cosa fare

Come parte del task, le persone dovranno compiere una serie di step come registrarsi al sito, installare un software o scaricare un documento. Approfitta dell’opportunità di sfruttare al meglio processo evitando di dire ai partecipanti cosa dovranno fare. Se il task comprende registrazione, installazione o download, è possibile che tu perda i preziosi feedback che le persone potrebbe offrirti quando si trovano di fronte ad alcuni passaggi del processo. Ad esempio, qualcuno potrebbe rivelarsi sorpreso o infastidito da passaggi aggiuntivi o inattesi.

Obiettivo del task: Trova i costi dei servizi di consulenza

Task strutturato: Trova le informazioni sui servizi di consulenza, dai informazioni dettagliate su di te e la tua compagnia e fissa un orario per parlare dei costi con un consulente.

Miglioria: Scopri quanto costa un progetto di consulenza.

3. Creare task scaduti

Spesso scriviamo task pochi giorni prima della data dello studio di usabilità. Considera la tempestività dei tuoi task: se includono un evento futuro, assicurati che questo evento sarà comunque nel futuro in fase di testing. Se il task è trovare un volo in partenza il 20 febbraio, non condurre i test il 22. Un task sulle notizie più recenti di un sito andrebbe aggiornato il giorno prima o il giorno stesso dei test per includere contenuti attuali. Fai attenzione se il test comprende informazioni importanti o aggiornate soltanto in mesi o stagioni specifici. Le persone penseranno che il sito contiene informazioni non aggiornate o che il task non è realistico.

Obiettivo del task: Trova i risultati di una squadra sportiva (Se i test sono a febbraio, considera che negli USA il baseball si gioca da aprile a ottobre, e l’hockey da ottobre ad aprile)

Task scaduto: Trova i risultati dei Cubs nell’ultima partita di baseball.

Miglioria: Scopri il risultato dei Blackhawk nell’ultima partita di hockey.

4. Creare task troppo semplici

Se vuoi le persone utilizzino effettivamente diagrammi e grafici o informazioni sul sito, non testare se sono semplicemente in grado di navigarlo. Crea task che facciano lavorare i partecipanti per trovare le informazioni. Il tuo obiettivo non è rendere i task immotivatamente complessi, ma dare loro task realistici che richiedano il ragionamento, oltre che la sola posizione delle informazioni.

Obiettivo del task: Trovare e utilizzare statistiche di gioco (Punteggio per partita è la prima voce nelle statistiche di gioco, dal più alto al più basso)

Task troppo semplice: Chi ha fatto più punti, in media partita, in campionato?

Miglioria: Chi ha fatto più punti, in media, in tutta la stagione?

>> Segue 

Leggi il post originale in inglese

 

Calendario dei corsi

Aprile

MILANO | Luned́ 29

Scrivere per la UX
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

Maggio

MILANO | Luned́ 06

Interviste narrative: progettarle e condurle
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerd́ 10

L'architettura dell'informazione partecipativa...
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Luned́ 13

Progettare la UX con personas e scenari
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerd́ 17

Customer Journey Map
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Luned́ 20

Customer Journey Map
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Venerd́ 24

Design Systems

MILANO | Luned́ 27

L'infografica dalla A allo ZERO

Giugno

MILANO | Luned́ 03

Le fondamenta cognitive della User Experience...

ROMA | Venerd́ 07

Interaction design strategico

MILANO | Luned́ 10

Test di usabilità in pratica
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

ROMA | Luned́ 10

Scrivere per la UX
Iscrizioni chiuse - Posti esauriti

MILANO | Luned́ 17

Progettare i chatbot

MILANO | Luned́ 24

Intranet management in pratica

Seguici su